Come in tutte le cose, anche l’addio al celibato e nubilato deve essere organizzato tenendo presente alcune piccole regole.

regole2 (1)Tic tac… tic tac… le vostre ore da single stanno scadendo! E tra la scelta della location e degli addobbi floreali, concedetevi una pausa con i vostri amici per rilassarvi un po’ e, perchè no, riflettere sull’imminente cambiamento che subirà la vostra vita dopo il fatidico sì.
Questo sarebbe lo spirito giusto con cui vivere il proprio addio al nubilato e celibato. Spesso, però, anche quello che dovrebbe essere un piacere, diventa fonte di stress e agitazione, in un momento in cui tutto, proprio tutto, deve essere perfetto.

Per questo motivo, vi proponiamo di seguito una serie di utili consigli sull’organizzazioneregole1 di questa festa, che vi aiuteranno a vivere questo evento nel modo più sereno possibile e, se non riusciremo a farvi stare più tranquilli, almeno avremmo sollevato i vostri amici dal gravoso compito di organizzare la festa, e anche dal piacere di prendersi tutti i meriti per la buona riuscita della stessa:

  • prima regola imprescindibile è che, in un party che si rispetti, tutta l’organizzazione spetta ai vostri amici e/o parenti… o al massimo ad un wedding planner! Non azzardatevi ad alzare un dito, anzi, meno ne sapete meglio è. Rilassatevi e sfruttate l’occasione per lasciarvi coccolare. Vedrete che quella che per molti è una croce, si può trasformare in un’esperienza indimenticabile;
  • prima di procedere con i preparativi, gli organizzatori dovrebbero fare luce in merito ai gusti del malcapitato festeggiato, per non correre il rischio di pianificare a puntino una festa che non rispecchi il suo stile. D’altronde, i riflettori sono puntati su di lei o lui anche in questa divertente circostanza. Sono da considerarsi sconvenienti quindi gli eccessi che potrebbero risultare inappropriati, offensivi o fuori luogo;
  • ricordarsi di organizzare la festa di addio al celibato o nubilato con il dovuto anticipo rispetto al giorno del matrimonio. Si consiglia generalmente una settimana prima. In tal modo, le occhiaie per i ‘bagordi’ della serata saranno andate via in tempo per la fatidica data;
  • anche se la festa di addio al nubilato e celibato è per definizione a sorpresa, è opportuno che gli amici e organizzatori, intenzionati a pianificare l’evento, si informino circa la disponibilità degli invitati e soprattutto del festeggiato, visto che il neo coniuge, in questo periodo, sarà sommerso di impegni fino ai capelli. Assicuratevi quindi di individuare una serata libera e che il giorno dopo non siano previste, nella sua agenda, occupazioni mattutine o impegnative;
  • e infine, veniamo ad un tema spinoso: chi paga? Il galateo del matrimonio è chiaro su questo punto: il festeggiato non dovrà mettere mano al portafogli. Lui o lei, per stasera, dovrà solo divertirsi! Sebbene in precedenza (e ancora oggi in alcune tradizioni) non era raro che l’organizzatore si incaricasse anche di saldare il conto, oggi si è soliti dividere tra gli amici il costo della festa.